fbpx

ARDHA MATSYENDRASANA

ARDHA MATSYENDRASANA

Matsyendra, il Dio dei pesci, è considerato come uno dei primi divulgatori dello yoga. La leggenda narra che apprese la disciplina direttamente dal Dio Shiva, mentre egli ne tramandava gli insegnamenti alla sua sposa Parvati.

ARDHA MATSYENDRASANA è l'asana dedicata a questo personaggio, il cui nome deriva, appunto, da matsya “pesce” e indra “signore”.
Il pesce è simbolo di crescita e riproduzione e questa postura, che si esegue sui due lati del corpo, stimola contemporaneamente l'aspetto energetico femminile (lunare) e quello maschile (solare).

BENEFICI:

- allevia il mal di schiena, la sciatalgia e i dolori mestruali;
- tonifica e rinforza milza e fegato;
- rende la colonna vertebrale più flessibile;
- massaggia gli organi addominali;
- apre il torace e aumenta l’apporto di ossigeno ai polmoni;
- ammorbidisce le articolazioni dell’anca;
- migliora la circolazione del sangue, purifica il sangue e disintossica gli organi interni.

ESECUZIONE:

- siedi a terra con le gambe distese in avanti e la schiena dritta;
- piega il ginocchio sinistro e unisci la coscia e il polpaccio. Sollevandoti da terra porta il piede sinistro sotto le natiche e siedi su di esso in modo che il tallone sinistro sia poggiato sotto la natica sinistra. Il lato esterno della caviglia e il mignolo del piede devono poggiare sul pavimento;
- piega il ginocchio destro e solleva la gamba destra da terra, poggiala sul pavimento a fianco del lato esterno della coscia sinistra, in modo che il lato esterno della caviglia destra tocchi il lato esterno della coscia sinistra;
- ruota il tronco di 90 gradi verso destra fino a far toccare il lato esterno della coscia destra con l'ascella sinistra. Porta quindi l'ascella sinistra oltre il ginocchio destro. Espira, allunga il braccio sinistro e fallo passare intorno al ginocchio destro;
- piega il gomito sinistro e porta il polso sinistro dietro la schiena all'altezza della vita;
- afferra il piede opposto mantenendo il braccio teso.
Resta in questa posizione per almeno 30 secondi, espira lentamente e ritorna alla posizione iniziale.
Ripeti la posizione anche dal lato opposto e mantienila per lo stesso tempo.


Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace alla nostra pagina su Facebook per rimanere sempre aggiornato

seguici_small


Nessun commento ancora

Lascia un commento