Baddha konasana

Baddha konasana

Lo yoga è un tipo di attività che agisce non solo a livello muscolare e posturale, ma è in grado di intervenire, migliorandolo, anche sullo stato di salute dei nostri organi interni.
Ciò avviene attraverso l'attivazione dei chakra; centri energetici che sono distribuiti in vari punti del nostro corpo e, principalmente, lungo la colonna vertebrale.
BADDHA KONASANA
È la posizione del calzolaio o della farfalla, a seconda che la si associ al modo di sedere dei calzolai mentre lavorano, oppure alla forma ad ali di farfalla che assumono le gambe piegate.
Baddha significa preso, trattenuto, kona, angolo.
Questo asana è collegato al secondo chakra, lo Svadhistana, che richiama l'elemento dell’acqua ed è connesso agli aspetti del fluire, del cambiamento, della sessualità e della riproduzione.
Il suo centro comprende l’osso sacro, i reni e gli organi genitali.

BENEFICI:

- aumenta la flessibilità delle articolazioni delle anche, caviglie, ginocchia e piedi;
- rilassa e allunga i muscoli delle cosce;
- allevia lo stress e la stanchezza accumulata nella muscolatura delle gambe;
- distende i muscoli della zona pelvica e dell’interno cosce;
- è particolarmente indicato per le donne in gravidanza, in quanto allunga i muscoli del pavimento pelvico facilitando il parto naturale.

ESECUZIONE:

- siediti a terra in una posizione comoda, mantenendo la schiena dritta e il collo allineato;
- piega le ginocchia e avvicinale a terra, facendo toccare le due piante dei piedi;
- con le mani afferra i piedi o le caviglie e avvicinale il più possibile al bacino. Ora, espirando, prova ad avvicinare un po’ di più le ginocchia a terra, senza sforzare troppo i muscoli e i legamenti;
- rilassa le braccia e le spalle cercando di allontanare queste ultime il più possibile dalle orecchie. Immagina che le tue gambe siano come le ali di una farfalla o le pagine aperte di un libro. Se vuoi puoi dondolare delicatamente il corpo da un lato all’altro, cercando di mantenere la schiena dritta, ed in questo modo eseguire un delicato massaggio alle natiche e alle anche per rimuovere tensioni e rigidità a questo livello.
Questa è la posizione finale. Respira lentamente e rimani nella posizione per non meno di due minuti.
- per uscire dalla posizione, allunga lentamente le gambe davanti a te e appoggia le mani a terra vicino al bacino;
- riposa le gambe per alcuni secondi in questa posizione.
Quella raffigurata nell'immagine è una variante con le braccia tese dietro la schiena.

Gli asana
Gli asana sono più che un esercizio fisico. Aiutano a vivere il presente, a riappacificarsi con se stessi, ad imparare ad ascoltare il proprio corpo, concentrarsi, raggiungere un'unione armonica tra mente e corpo.
Le asana sono la parte fisica dello yoga e rappresentano la base per la pratica degli stadi più elevati, come le tecniche di respirazione, concentrazione, e meditazione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace alla nostra pagina su Facebook per rimanere sempre aggiornato

seguici_small


Nessun commento ancora

Lascia un commento