Paripurna Navasana

Paripurna Navasana

La presenza mentale durante la pratica degli asana è fondamentale per ottenere dall'esecuzione delle posture i massimi benefici.
Oltre a questo ci sono delle condizioni ambientali che favoriscono la migliore riuscita degli esercizi.
Un ambiente pulito, ordinato, arieggiato e silenzioso aiuta la concentrazione, isolando il praticante dal mondo esterno e dalla sua caotica routine quotidiana.
Per cominciare indossa indumenti comodi e posiziona a terra il tuo tappetino, tenteremo di riprodurre la posizione della barca a remi.

Paripurna Navasana:

BENEFICI:

- rinforza il centro, sia fisico sia il cuore, legato cioè all’intimità di ogni essere; - sviluppa i muscoli addominali che aiutano a sostenere la parte bassa della schiena;
- rende la colonna vertebrale forte e portando l’attenzione sul respiro mette anche in contatto con le emozioni;
- agisce sull'intestino.

ESECUZIONE:

- sedere sul pavimento con le gambe allungate innanzi a sé. Poggiare i palmi delle mani sul pavimento accanto ai fianchi con le dita rivolte verso i piedi;
- tenere le mani distese e la schiena eretta;
- espirare, reclinare il tronco leggermente indietro e simultaneamente sollevare le gambe da terra tenendole rigide come un bastone con le ginocchia tese e le dita dei piedi rivolte in avanti. Si rimarrà così in equilibrio poggiando soltanto sulle natiche; in nessun punto la colonna vertebrale deve toccare il pavimento, con il quale le gambe formeranno un angolo di 60-65 gradi. I piedi si trovano più in alto della testa;
- sollevare le mani dal pavimento e tendere in avanti le braccia, tenendole parallele a terra e vicine alle cosce. Le spalle e le mani devono essere sullo stesso piano, e le palme una di fronte all'altra;
- rimanere in questa posizione per mezzo minuto, respirando normalmente, aumentando poi gradualmente fino ad un minuto. Il beneficio dell'esercizio si nota dopo 20 secondi soltanto;
- espirare, abbassare le mani, poggiare le gambe e rilassarsi distesi sul dorso.

Gli asana
Gli asana sono più che un esercizio fisico. Aiutano a vivere il presente, a riappacificarsi con se stessi, ad imparare ad ascoltare il proprio corpo, concentrarsi, raggiungere un'unione armonica tra mente e corpo.
Le asana sono la parte fisica dello yoga e rappresentano la base per la pratica degli stadi più elevati, come le tecniche di respirazione, concentrazione, e meditazione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace alla nostra pagina su Facebook per rimanere sempre aggiornato

seguici_small


  • Utkatasana

    Utkatasana Come abbiamo già visto, i nomi delle asana hanno spesso un significato profondo, che…

    Leggi di più
  • Hanumanasana

    Hanumanasana Il Ramayana è il più grande poema epico dell'induismo insieme al Mahābhārata. In esso…

    Leggi di più
  • Parsvottanasana

    Parsvottanasana Raggiungere una maggiore flessibilità corporea è ciò che ci si aspetta da una pratica…

    Leggi di più

Nessun commento ancora

Lascia un commento