Ustrasana

Ustrasana

Lo Yoga Sutra di Patanjali è il testo che ha reso organica la disciplina dello Yoga, ordinandone i principi secondo le regole di una vera e propria scienza pragmatica.
Si parte quindi dagli otto arti o stadi dello Yoga che sono, appunto, i mezzi che guidano l'uomo nella ricerca dell'anima.
Pranayama è il mezzo che conduce al controllo del respiro e, agendo sul mondo interiore, libera la mente e il corpo dalle costrizioni che li imprigionano.
Respirare in maniera ritmata e controllata è uno dei passaggi fondamentali per la preparazione di ogni posizione.
Una efficace dimostrazione di ciò si può avere provando USTRASANA.
Qui, la difficoltà principale è quella di inarcare la schiena come a rappresentare la gobba di un cammello, da cui la postura trae il suo nome.
Basterà una serie di espirazioni complete per rilassare i muscoli della schiena e del torace, permettendo alle costole inferiori e agli organi interni di spostarsi verso il retro del corpo.

BENEFICI:

- allunga e distende tutti i muscoli della parte anteriore del corpo;
- distende e rilassa le gambe, le spalle e il collo;
- rinforza i muscoli della colonna vertebrale (soprattutto la parte bassa), pertanto è indicata in coloro che soffrono di sciatalgia.

ESECUZIONE:

- mettersi in ginocchio, tenendo unite le cosce ed i piedi con le dita rivolte indietro e premute a terra;
- poggiare i palmi sui fianchi. Tendere le cosce, curvare indietro la spina dorsale ed estendere le costole;
- espirare, porre il palmo destro sul tallone destro e il palmo sinistro sul tallone sinistro. Se possibile, poggiare i palmi delle mani sulle piante dei piedi;
- premere sui piedi con le mani, spingere indietro la testa e la spina dorsale verso le cosce, che dovrebbero essere perpendicolari al pavimento;
- contrarre le natiche e tendere il più possibile la regione dorsale e coccigea della colonna vertebrale, tenendo il collo teso all'indietro;
- rimanere in questa posizione per circa mezzo minuto respirando normalmente;
- togliere le mani ad una ad una e poggiarle sui fianchi;
- sedersi sul pavimento e rilassarsi.

Gli asana
Gli asana sono più che un esercizio fisico. Aiutano a vivere il presente, a riappacificarsi con se stessi, ad imparare ad ascoltare il proprio corpo, concentrarsi, raggiungere un'unione armonica tra mente e corpo.
Le asana sono la parte fisica dello yoga e rappresentano la base per la pratica degli stadi più elevati, come le tecniche di respirazione, concentrazione, e meditazione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace alla nostra pagina su Facebook per rimanere sempre aggiornato

seguici_small


[posts_grid columns="3" rows="1" order_by="date" order="DESC" thumb_width="250" thumb_height=

Nessun commento ancora

Lascia un commento