fbpx

La disciplina dello Hatha Yoga secondo gli insegnamenti della tradizione indiana

LA DISCIPLINA DELLO HATHA YOGA SECONDO GLI INSEGNAMENTI DELLA TRADIZIONE INDIANA

L’Hatha yoga rappresenta la parte fisica della più complessa e completa disciplina dello yoga. Il suo scopo è quello di tenere il nostro corpo in perfetta salute, di riattivare i nostri canali energetici e favorire il normale flusso della linfa vitale ma anche quello di riequilibrare il nostro ritmo respiratorio e placare la nostra mente. Questo è uno dei motivi per cui, a seguito della corretta pratica, ci si sente in uno stato di profondo relax nonostante l’esercizio fisico svolto.

Come si svolge una lezione di Hatha Yoga?

Il Maestro Daniel struttura la lezione di hatha yoga secondo la millenaria tradizione yogica indiana e così come tramandato dal suo Guru, il Maestro Acharia Sri Swatantra Dev Ji Maharaj. La prima parte della lezione è dedicata alle pratiche del pranayama (controllo del respiro) e del rilassamento; entrambe aiutano a svuotare la mente, a rilassare il corpo e predisporre all’attività fisica. Solo successivamente si passa alla esecuzione delle asana (posture) che, pur nelle loro infinite varianti, vengono eseguite in sequenza al fine di stimolare e allungare tutti i muscoli del corpo, migliorare la postura, massaggiare e stimolare gli organi interni e ristabilire il corretto flusso energetico della linfa vitale. Ogni postura viene eseguita prestando massima attenzione alla respirazione e mantenendo sempre la mente presente e concentrata sull’esercizio; al termine di ogni asana, attraverso pochi cicli respiratori, il corpo e i muscoli si rilassano. La presenza mentale e la concentrazione sono parte integrante della pratica, così come la concentrazione e il rilassamento che, come visto, viene eseguito sia prima di iniziare l’esecuzione delle asana che alla fine della lezione. La pratica si chiude con la recita degli Om (il più sacro mantra induista) e con il tradizionale saluto indiano (Pranam).

I benefici dello yoga: dopo un'ora e dopo un anno

La disciplina dello yoga, così come tramandata dai guru indiani, è un toccasana per il nostro corpo e la nostra mente. I benefici più intuitivi e immediati sono, forse, una maggiore elasticità corporea accompagnata da un più sviluppato equilibrio mentale. Rispetto ad altre discipline, infatti, lo yoga ci permette di godere da subito, fin dalla prima lezione, di significativi benefici.

Dopo una lezione:

- le funzioni cerebrali migliorano. L'Hatha yoga concentrandosi sulle posture fisiche potenzia la funzione cognitiva, l'attenzione e la memoria.

- attraverso la pratica meditativa e il pranayama, si arriva ad una migliore gestione dei forti stati emotivi come l’ansia, la depressione e gli attacchi di panico

- coordinare le asana con la respirazione permette di fare un vero e proprio massaggio agli organi interni e nello stesso tempo ossigenarli. Le tossine vengono eliminate dal corpo proprio attraverso il respiro

- il corpo diventa più flessibile. Mantenere le articolazioni, i muscoli e i tendini flessibili è di fondamentale importanza, in questa maniera si possono evitare infortuni e per restare in forma. Un'infiammazione artritica può essere attenuata proprio grazie allo yoga. Migliora la postura, la schiena assume una posizione corretta e conseguentemente anche fastidiose cervicali diradano sempre di più.

- accresce l'energia vitale. Ci rende più attivi ed energici durante la giornata. Rilassando i muscoli, riduce lo stress agevolando sonni tranquilli. Gli yoga praticano attivamente per riequilibrare i centri energetici (chakra in sanscrito), permettendo alla forza vitale (prana) di fluire liberamente in tutto il corpo.

- attraverso la pratica, si raggiunge uno stato di rilassamento che concilia la concentrazione e allevia le tensioni mentali.

Dopo pochi mesi:

- si percepisce maggiore equilibrio sia mentale che fisico

- il livello degli zuccheri nel sangue diminuisce

- amplifica la capacità polmonare, iniziamo ad utilizzare l'intera capacità dei polmoni

- diventando pratici nell’utilizzo delle tecniche di rilassamento, sarà possibile combattere anche l’insonnia

- aiuta a risolvere problemi grazie alla maggiore presenza mentale acquisita. Rimanendo più concentrati, le difficoltà che si presentano saranno più facilmente affrontabili

- rallenta l’invecchiamento. L’unione di meditazione, posizioni e respirazione, favorisce il mantenimento di un corpo elastico e sano

- migliora le prestazioni sessuali. Aiutando a conoscere meglio il proprio corpo, accresce l'eccitazione, il desiderio e la soddisfazione sessuale.

- migliora la digestione e favorisce la perdita di peso. Essendo una combinazione di esercizi fisici, mentali e tecniche che aiutano a stabilizzare l'apparato digestivo. Giorno dopo giorno si assumeranno pratiche alimentari salutari che permetteranno di raggiungere il peso ideale.

- rafforza il sistema immunitario perché stimola il sistema nervoso parasimpatico che attivandosi fa si che il corpo combatta in maniera più facile e veloce i virus e i batteri.

Dopo un anno:

- difende il sistema cardio-circolatorio, abbassa la pressione e rallenta il battito cardiaco. Le asana rafforzano il cuore e, allenamento dopo allenamento, questo pomperà sangue sempre più ossigenato e in maniera più efficiente.

- rinforza le ossa; nel 2009 uno studio ha dimostrato che praticare yoga aumenta la densità ossea

- anche il sistema respiratorio riceve i suoi benefici. Il pranayama insegna a respirare più lentamente e profondamente migliorando il funzionamento dei polmoni permettendo di apportare all'interno del nostro corpo una quantità maggiore di ossigeno.

Nel momento in cui si prende atto di tutte le abitudini che ci fanno del male, possiamo ricrearne di nuove. Lo yoga serve proprio a questo, boicottare i nostri inconsapevoli tentativi di autolesionismo regalandoci una versione migliore di noi stessi.


Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace alla nostra pagina su Facebook per rimanere sempre aggiornato

seguici_small

Nessun commento ancora

Lascia un commento